Scrivici   |   
Lingua   |      

Sentiero Luminoso (Venezia)

Nuovo impianto di illuminazione del canale Malamocco – Marghera nella laguna di Venezia (Sentiero Luminoso)

Sfida tecnologica in laguna
L'idea di un nuovo “Sentiero Luminoso” nasce da Elenia Srl, società che opera da molti anni in Autorità Portuale di Venezia e che in particolare si è occupata della manutenzione dell'attuale impianto di illuminazione del Canale Malamocco - Marghera fino al progetto e alla realizzazione della trasformazione dello stesso nella nuova configurazione.

Premessa
L'accesso delle navi dal mare al porto commerciale di Porto Marghera è consentito attraverso il Canale di Malamocco, sito nella laguna di Venezia, in cui le navi sono indirizzate mediante il soprannominato “Sentiero Luminoso” che , al 1989, delimita il canale consentendo l'accesso in porto delle navi, evitando di incorrere nelle secche e consentendo l'approdo anche nelle condizioni più estreme come, per esempio, nelle fitte nebbie invernali.
Il Sentiero Luminoso si protrae dal porto di Marghera sino alla bocca di porto di Malamocco per una lunghezza complessiva di circa 15 chilometri ed è costituito da 345 punti di illuminazione installati su steli d'acciaio infissi nel fondo lagunare, con interasse mediamente di 80 metri.
I punti di illuminazione, nella versione storica, sono composti da due lampade a vapori di sodio a bassa pressione da 36 W ciascuna allacciate alla rete Enel e l'alimentazione dell'impianto avviene per mezzo di cavi elettrici posati sul fondo lagunare che condizionano, con la loro vulnerabilità dovuta alla vetustà dell'impianto e agli eventi fortuiti o dolosi, l'efficienza e la disponibilità del sistema compromettendone così la funzionalità su lunghi tratti del Sentiero Luminoso medesimo.

Ora
Il Project Financing proposto e presentato dall'A.T.I. Gruppo Ladurner – Elenia trasformatosi poi nella società di progetto Lighting Venice Port Srl, consentirà l'ammodernamento del Sentiero Luminoso attraverso l'installazione di una tecnologia di eccellenza che introduce innovazione tecnologica mediante sofisticate soluzioni altamente “customizzate” per lo specifico progetto e realizzate attraverso un duraturo processo di ricerca e sviluppo guidato da Ladurner Energy in collaborazione con importanti aziende cinesi specializzate nei sistemi di illuminazione a LED e all'avanguardia nell'ambito dell'energia fotovoltaica.
Il progetto consentirà di sostituire nell'arco di 12 mesi l'attuale tecnologia con un nuovo sistema altamente efficiente sia in termini di consumi elettrici (il fabbisogno di energia sarà ridotto dell'84% ed interamente coperto da autoproduzione fotovoltaica) sia in termini di efficacia del sistema, che sarà telecontrollabile e si baserà su speciali lampade a LED che con soli 3W di potenza ciascuna saranno in grado di migliorare la funzionalità e fruibilità del precedente sistema.
Il Sentiero Luminoso verrà pertanto trasformato passando da una configurazione basata su pali interconnessi con cavi elettrici ad una nuova configurazione con pali con funzionalità “stand alone” con installato a bordo due lampade LED di 3 W ciascuna, quattro pannelli fotovoltaici di dimensioni “customizzate” per ridurre l'impatto visivo e appositamente studiati per garantire elevata efficienza di produzione elettrica e compatibilità di funzionamento duraturo nel tempo in un ambiente salino, quattro batterie che verranno alloggiate all'interno del palo, un box di interconnessione che rappresenta il cuore tecnologico del sistema in quanto al suo interno è alloggiato un sofisticato sistema elettronico in grado di governare la carica delle batterie, l'accensione e spegnimento delle lampade e il sistema di trasmissione dati che consentirà sia di telecontrollare la funzionalità del Sentiero Luminoso che di intercettare con tempestività opere di manutenzione garantendo pertanto la disponibilità e fruibilità del sistema.
Particolare innovazione è stata introdotta nello sviluppo della lampada LED, in quanto, oltre ai bassi consumi, è stata prestata particolare attenzione all'eliminazione dell'inquinamento luminoso, essendo le lampade studiate per concentrare il flusso luminoso nell'angolo di visuale utile alle navi per seguire la direzione del Sentiero Luminoso, ma eliminando tutte le emissioni luminose nelle altre direzioni.
Questo risultato consente di garantire e migliorare la funzionalità del sistema avendo particolare cura di ridurre l'impatto luminoso del sistema stesso laddove non ha un utilità funzionale.
Infine le lampade sono equipaggiate da speciali “Amber LED” prodotti appositamente per Venezia dalla CREE americana, leader mondiale della produzione di LED, la cui temperatura di colore ha elevata capacità di penetrare le nebbie più fitte rendendosi pertanto visibili nelle condizioni più estreme, Questi speciali “Amber LED”, infine, eliminano l'emissione della luce blu tipica delle lampade LED considerata da alcuni essa stessa fonte di inquinamento luminoso.
Dal punto di vista ingegneristico e funzionale il progetto “Sentiero Luminoso di Venezia” rappresenta per la società Lighting Venice Port il successo di una difficile sfida tecnologica che ha saputo guidare e vincere grazie alle elevate competenze ingegneristiche presenti nel gruppo guidate dall'Ing. Loris Tognoni, direttore tecnico di Ladurner Energy, dall'Ing. Rudi Vedovato, direttore tecnico e di cantiere di Elenia Srl, e dalla capacità di guidare team di sviluppo aggregando partner e competenze internazionali per garantire le più innovate soluzioni su un progetto che ha caratteristiche di unicità.

Immagini

Elenia S.r.l. via Quintino Sella, 32/E 35129
Padova P.IVA: 00251390282 Tel.:049 8075612 Fax.:049 773350
elenia@elenia.net